jesse livermore

Ritratto di Jesse Livermore (speculatore)

Se ti stai chiedendo chi sono o chi sono stati in passato i maggiori e più astuti speculatori in borsa nel corso della storia, in questo articolo troverai probabilmente molte delle risposte che stai cercando.

Quindi, mettiti pure comodo e cominciamo a cercare di capire chi sono questi signori, cosa fa esattamente uno speculatore in borsa oggi e come si speculava in epoche passate.

 

Chi è lo speculatore borsistico

Partiamo subito da una definizione. Lo speculatore borsistico è colui che, essendo in grado di osservare una particolare condizione favorevole di mercato, è in grado di trarre vantaggio dalla negoziazione di un prodotto od uno strumento finanziario.

 

Che vuol dire speculare sui mercati finanziari o in borsa?

Il verbo speculare veniva utilizzato anticamente per indicare un’osservazione compiuta da un luogo elevato, quindi assumeva il significato di esplorare oppure scrutare con attenzione qualcosa.

Nell’ambito della finanza e della speculazione borsistica quindi il termine speculare in borsa significa cercare di capire cosa farà il mercato nel prossimo futuro osservando l’andamento passato dei prezzi per prevederne il futuro corso.

Il primo passo da compiere per essere o diventare uno speculatore di successo è chiaramente quello di riuscire a comprendere la struttura dei prezzi del mercato (ad esempio l’andamento di una azione o di una obbligazione oppure ancora di un derivato come i futures o i cfd).

Oggi i trader o gli speculatori hanno sicuramente molti più mezzi e possibilità rispetto a quanto avveniva in passato per compiere operazioni di successo sui mercati riuscendo così a guadagnare.

Ma vediamo un attimo ancor più da vicino ed in maniera molto semplice che vuol dire speculare sui mercati finanziari o in borsa!

Facciamo un ESEMPIO:

Oggi il prezzo di una azione è di 50 Euro.

Prevedo, in base all’andamento del mercato, che ci sarà un rialzo nel breve periodo e decido quindi di comperare quell’azione oggi, quindi a 50 Euro.

Nel momento in cui il mercato subirà un rialzo, ad esempio di 3 Euro, decido di vendere le azioni possedute al prezzo finale di 53 Euro.

Quanto ho guadagnato?

Naturalmente il risultato dipende dalla quantità di azioni acquistate, per cui se per esempio ho acquistato 100 azioni il risultato finale dell’operazione sarà:

Guadagno = numero di azioni x differenza di prezzo = 100 x (53-50) = 100 x 3 = 300 Euro.

Speculare in borsa non è altro che questo, cioè il fatto di avvantaggiarsi di una differenza di prezzo tra acquisto e vendita di uno strumento finanziario (es: azione, obbligazione, cfd, etc.).

Nel paragrafo successivo cercheremo invece di comprendere come fare a realizzare questo obiettivo implementando alcune strategie utilizzate da diversi speculatori in borsa.

 

Quali sono le tecniche adoperate dagli speculatori in borsa per guadagnare?

Nella speculazione finanziaria esistono tantissimi modi per cercare di fare profitti sui mercati (ma anche per realizzare perdite, sappilo!).

Vediamo di capire meglio quali sono delle possibili strategie o tecniche di negoziazione adottate dal trader o speculatore:

 

Tecnica basata sull’incrocio di medie mobili

È una delle tecniche di trading più adoperate (soprattutto in passato): essenzialmente consiste nello scegliere due medie mobili di diverso periodo (ad esempio 10 e 50 periodi) ed attendere che la media mobile più veloce (10 periodi) incroci al rialzo quella più lenta (50 periodi); in tal modo è possibile ottenere un segnale di acquisto per cui si potrà decidere di acquistare il titolo (in gergo tecnico si dice andare long).

Quando al contrario la media mobile più veloce incrocia al ribasso quella più lenta si potrebbe decidere di prendere in considerazione l’ipotesi di vendere allo scoperto il titolo (in gergo si dice andare short).

Nella figura che segue in basso è possibile vedere graficamente quanto appena esposto nel titolo azionario Enel SpA quotato a piazza affari a Milano:

medie mobili su enel spa

Notiamo come questa tecnica di incrocio di medie mobili funzioni molto bene durante le fasi di trend più sostenuto mentre tende ad essere un po’ meno accurata durante le fasi laterali o di congestione dei prezzi, per cui è sempre consigliabile l’utilizzo di stop loss protettivi che possano scattare in automatico per limitare le perdite qualora il trade non dovesse andare nella direzione sperata o ipotizzata in partenza.

Non bisogna mai dimenticare infatti che gli speculatori in borsa hanno si come obiettivo quello di guadagnare, ma è ancor più importante riuscire a preservate il capitare a propria disposizione.

 

Tecnica basata sugli oscillatori

Un’altra tecnica molto utilizzata dagli speculatori in borsa prevede l’impiego di alcuni strumenti chiamati oscillatori (oramai disponibili in tutte le piattaforme di chart trading).

Molto utilizzato è ad esempio l’oscillatore stocastico. Nella figura seguente si vede chiaramente come questo strumento sia utile per prevedere delle inversioni di tendenza proprio quando l’oscillatore rientra dalle zone di ipercomprato o ipervenduto.

stocastico su enel spa

Bene. In questi esempi abbiamo affrontato solo alcuni tra i possibili setup di ingresso che uno speculatore può utilizzare per prendere delle decisioni di investimento in borsa ma come sempre la buona riuscita dell’operazione e la possibilità di conseguire profitti nel lungo termine dipende fortemente dalla gestione della posizione aperta e soprattutto dalla ferrea disciplina del trader di attenersi scrupolosamente al piano operativo prefissato.

 

I più grandi speculatori in borsa nel passato

Tra i più grandi speculatori in borsa del ventesimo secolo non si può non citare il leggendario Jesse Livermore, noto per aver creato (e distrutto) immense fortune (dell’ordine di decine di milioni di dollari) nel primo trentennio del millenovecento.

Livermore è ricordato inoltre per aver venduto allo scoperto titoli azionari durante i crolli della borsa americana del 1907 e 1929.

Beh, quando si parla di speculatori storici risuona certamente anche il nome di William Gann.

Gann, secondo quanto riportato da varie fonti, è ritenuto tuttora uno dei più abili speculatori finanziari in grado di prevedere le dinamiche del mercato con moltissima accuratezza. Secondo un reporter di The Ticker and Investment Digest nel 1909 Gann fu in grado di compiere più di 200 operazioni speculative sulla borsa valori di New York con un livello di accuratezza superiore al 90%. Abbastanza impressionante, non credi?!

Nello scenario degli speculatori di borsa storici vi è certamente Benjamin Graham, autore del best seller mondiale The intelligent investor. Tra le altre raccomandazioni riportate da Graham nel suo libro dobbiamo ricordare quella regola secondo cui l’investitore o il possessore di azioni deve considerarsi come parte o proprietario di una azienda e che se le analisi fondamentali sulle azioni risultano ben fatte, nel lungo periodo il prezzo delle azioni rifletterà il reale valore della società quotata, per cui sconsiglia di focalizzarsi troppo sulle piccole oscillazioni del valore delle azioni.

 

Gli speculatori di borsa contemporanei

Nel panorama degli speculatori più contemporanei è quasi obbligatorio fare i nomi di:

Larry Williams (autore di I Segreti di un Trading di Breve Termine)

Joe Ross (conosciuto per il Ross hook)

Ed Seykota

Mark Douglas (autore di Trading in the Zone)

Alexander Elder

Ralph Vince (autore di The mathematics of money management, uno dei testi più importanti mai scritti sul tema)

Ryan Jones (autore di The trading game)

 

Piccola nota: queste letture sono praticamente obbligatorie per ogni trader che possa definirsi “serio”. Invito fortemente il lettore a documentarsi su questi testi per un approfondimento degli argomenti.

 

Come sono cambiati gli speculatori in borsa oggi nel mondo del trading online

Beh, nel panorama mondiale della speculazione oggi fa da padrone il cosiddetto trading online, una attività che consente di effettuare operazioni speculative da casa propria, mentre ci si trova in un caffè o addirittura in vacanza.

L’era di internet ha quindi determinato un notevole mutamento nelle modalità di investimento. Basti pensare che prima che i personal computer entrassero in massa nelle case di tutti noi per per poter acquistare una azione era necessario recarsi fisicamente o presso la propria banca oppure alternativamente era possibile acquistare o vendere azioni attraverso delle operazioni telefoniche con il proprio intermediario o broker anche se non sempre di disponeva di quotazioni in tempo reale.

Gli speculatori di borsa moderni si trovano così molto avvantaggiati rispetto al passato nel poter utilizzare piattaforme di trading e di charting anche avanzate (come ProRealTime) per poter comperare e vendere titoli azionari nelle borse e nei mercati di tutto il mondo.

Attenzione però! Ai vantaggi della “velocità” con cui al giorno d’oggi è possibile fare trading non si deve associare una eccessiva facilità nella “soluzione” del problema previsionale delle quotazioni il quale rimane sempre per moltissimi speculatori un nodo da sciogliere e da affrontare con le giuste tecniche (vedi analisi fondamentale o analisi tecnica).

Diciamo quindi che sono cambiati i tempi ed i mezzi con cui gli speculatori possono operare in borsa ma sostanzialmente i mercati continuano a muoversi sempre allo stesso modo per cui teoricamente riuscire a fare una previsione corretta dovrebbe essere indipendente dalla piattaforma utilizzata.

Quanto appena detto risulta abbastanza ragionevole se si pensa al fatto che la previsione è qualcosa che ha a che fare con l’interpretazione dei dati piuttosto che con il modo utilizzato per osservarli anche se nella realtà che si sperimenta nel trading oggi è fondamentale munirsi di piattaforme sempre più veloci di negoziazione, soprattutto quando si ha intenzione di eseguire operazioni di scalping (aprire una posizione speculativa per richiuderla qualche istante o minuto dopo averla aperta al fine di conseguire un profitto).

 

Non confondere gli speculatori in borsa con gli investitori: che differenza c’è?

Tra gli speculatori contemporanei non abbiamo però inserito il leggendario Warren Buffett, considerato il più grande investitore di sempre. Perché?

Perché W.Buffett non è considerato un vero e proprio speculatore, bensì un investitore.

Esiste infatti una differenza sostanziale tra gli speculatori e gli investitori in borsa.

Abbiamo già detto che uno speculatore in borsa è semplicemente colui che si avvantaggia di una differenza di prezzo tra i livelli di acquisto e vendita di un titolo per realizzare un profitto, in genere nel breve periodo, vale a dire che il tempo in cui la posizione rimane aperta nel mercato va da qualche secondo (scalping) a qualche giorno o settimana (swing trading).

Un investitore, al contrario, potrebbe essere poco o nulla interessato ad osservare il titolo dal punto di vista tecnico poiché costui in tal caso sarà portato maggiormente a considerare i bilanci di esercizio della società quotata, il management, i settori in cui decide di espandersi ed infine, ma non di certo per ordine di importanza, il dividendo pagato dalla società di cui l’investitore decide di acquistare le azioni.

Altra nota importante da sottolineare a livello operativo è che per speculare non è necessario acquistare fisicamente le azioni di una società ma è possibile ad esempio acquistare un cfd (contract for difference) in cui due parti (lo speculatore da un lato ed un market maker dall’altro) stipulano appunto un contratto per differenza che basandosi sull’andamento dell’azione sottostante consente di effettuare operazioni speculative mentre per un investitore sarebbe più opportuno possedere il sottostante (es: le azioni).

Diciamo molto semplicemente che un investitore è un soggetto dalla “vista lunga” a cui interessa soprattutto la solidità aziendale prima di decidere di mettere a rischio il proprio capitale mentre lo speculatore è più propenso ad operare nel breve o brevissimo periodo.


Ti è stato utile questo articolo? Hai dei dubbi su questa tecnica?

Per qualsiasi dubbio o informazione desideri ottenere, SCRIVI pure nei commenti qui in basso. Sarò lieto di rispondere nel tempo più rapido possibile 🙂

Buon Trading!

Scarica l'ebook: I SEGRETI DI UN TRADING DI SUCCESSO

Ti spiegherò nel dettaglio quali sono i segreti che mi consentono di guadagnare con il Trading mese dopo mese!

Iscrivendoti alla newsletter di ishowtrading riceverai i contenuti Premium riservati in esclusiva per te.

Ci siamo quasi. Controlla la tua email e conferma la registrazione. Riceverai una email successiva contenente il link all'ebook.